Gdesign.it :: Come progettare siti web accessibili ed efficaci ::


Home » How To » Navigazione web

Navigazione web

di Lucio Miranda, 31 Ottobre 2003

Versione Stampabile

L'articolo proviene da "InetItalia - Sviluppo siti web per piccole e medie imprese" ed è stato riprodotto per gentile concessione dell'autore.


Introduzione

Chi visita un sito il più delle volte ha una "missione" da compiere: comprare un regalo, comprare un biglietto aereo, trovare un informazione etc. In ogni caso, il visitatore sta cercando qualcosa e la navigazione, specialmente i link, sono la segnaletica stradale che lo aiutano. Nel caso di surfisti casuali la Missione non esiste o è poco importante, ma non è mai questo il target di visitatori per cui disegnare.

È chiaro che per concepire una navigazione efficace bisogna avere un'idea del tipo di Missioni cui il nostro sito dovrà rispondere. In altre parole: bisogna sapere cosa vuole il visitatore per creare una struttura del sito ed una navigazione coerente con gli itinerari richiesti.

Una buona navigazione, essenziale per creare un ambiente rassicurante e per convincere il visitatore a proseguire nella scoperta di altre pagine, deve permette di sapere immediatamente:

Specie per utenti poco esperti una navigazione confusa è causa di frustrazione perchè provoca insicurezza, che non è esattamente la sensazione migliore per creare fiducia. Esaminiamo le componenti di una buona navigazione.

Barre di Navigazione

I link che guidano la navigazione di un sito sono normalmente piazzati in una cosiddetta Barra di Navigazione, che può essere a destra o a sinistra dello schermo, oppure anche in barre orizzontali piazzate nella parte alta dello schermo (per alcuni esempi basta visitare dei siti a caso e se ne troveranno per tutti i gusti). Solitamente la parte bassa dello schermo accoglie gli stessi link contenuti nella barra di navigazione ma in forma di testo per permettere la navigazione anche a chi naviga con le immagini "spente" per motivi di velocità. Non è detto che altre configurazioni non siano possibili, ma queste sono le più comuni.

Consigli:

Consistenza

Una volta scelto, lo schema di navigazione (ad esempio: tutti i link sulla destra) deve rimanere costante così da non costringere il visitatore ad analizzare la situazione ogni volta che visita una nuova pagina.

Icone

C'è spesso la tendenza ad usare un'immagine per ogni link nella convinzione che aiuti la navigazione. Gli studi di "usabilita" mostrano che solo icone facilmente riconoscibili aiutano concretamente nella navigazione come quelle che indicano ricerca o un link di email.
Esempio di icona link di emailEsempio di icone cerca

Ecco qualche utile regola per l'utilizzo di icone:

Link

Link di puro testo in genere funzionano meglio di un'icona. Link piuttosto lunghi funzionano meglio di link corti: una ricerca di User Interface Engineering (Eye For Design – Marzo/Aprile 1998) ha evidenziato che i link di 9/10 parole sono quelli che funzionano meglio con un tasso di successo del 60%. Il successo di un link era misurato dalla percentuale di visitatori che cliccando sul link giusto arrivavano all’informazione desiderata (se 10 visitatori stanno cercando informazioni su un modello di auto e cliccando su un certo link 8 di loro arrivano all’informazione desiderata diremo che il tasso di successo di quel link e’ dell’80%). La spiegazione del maggior successo dei link di testo rispetto alle icone può essere individuata nel fatto che i visitatori tendono a scegliere i link attraverso un processo di eliminazione: analizzano i link e scartano quelli che sembrano poco pertinenti con l’informazione cercata. Il successo dei link più lunghi (9/10 parole) ha bisogno però di una qualificazione che si basa sui concetti di Informazione e Rumore di Fondo. Informazione è tutto ciò che mi interessa e che sto cercando, Rumore di fondo è tutto il resto.

Supponiamo di essere alla ricerca di informazioni sull'impianto elettrico e sugli organi di trasmissione della Volvo 740 per i modelli costruiti dal 1990:

Entrambi sono link di 10 parole e portano alla stessa pagina. Il primo link è una frase compiuta, di sicuro piu’ piacevole da leggere, ma senza Informazioni specifiche. Il secondo link è fatto solo di parole chiave e tenta di raggiungere il massimo di informazione rilevante. Gli stessi concetti spiegano perchè la percentuale di successo di un link scende quando le parole diventano troppe: forse diventa troppo difficile separare Informazione da Rumore di Fondo.

Consigli sui link:

Ad esempio, se scrivo:
"Sto scrivendo un libro sul Commerco Elettronico"
non si capisce dove mi porti il link "libro". È un sommario del libro? Sono recensioni? Si tratta di un paio di capitoli d'assaggio? Se invece pongo il link in un contesto la funzione del link si chiarisce:
Sto scrivendo un libro sul Commerco Elettronico. Leggete il Sommario".

^Top

Dai un voto a questo articolo:   HITS: 94 | VOTI: | MEDIA VOTI:     

Home:: Html:: Principi:: How To:: Download:: Tips:: Link:: Collabora:: Partners:: News&Updates:: Contatto:: Info

© 2001 - 2006 Giuseppe Di Carlo :: Riproduzione vietata ::

Utenti on line: 3